Storia dell'ApGS - Geopunto di Genna Luas - Apgs

Vai ai contenuti
storia dell' associazione



L’ApgS è nata nel 1991 con il preciso scopo di creare il Parco Geominerario. Con oltre trecento soci ha costituito la forza trainante per giungere alla redazione del Dossier UNESCO e per portare la voce di tanti fino alla creazione del Parco, che ha assunto lo stesso nome della nostra Associazione ed ha adottato il nostro stesso Logo.
Tanti dei nostri soci, dopo il raggiungimento primario degli scopi dell’ApgS, hanno dato vita ad altri gruppi ed associazioni culturali, ambientaliste ed umanitarie, raggruppandosi localmente secondo i diversi ambiti minerari o trovando interesse in specifici aspetti di associazionismo, sempre comunque protesi alla difesa delle idee che hanno portato alla creazione del Parco geominerario.
Il sostegno finanziario è venuto dai soci e dalle attività di divulgazione che sono state sviluppate negli ultimi 30 anni.
Per l’adempimento dei propri scopi istituzionali, fin dalla sua istituzione l’Associazione si è proposta dei compiti prioritari della ricerca, della diffusione culturale e scientifica:
- salvaguardare e valorizzare il patrimonio minerario, geologico, ambientale e storico e demo-socio-antropologico delle aree minerarie della Sardegna, proponendolo all’attenzione e allo studio delle popolazioni sarde, italiane e mediterranee nonché di quelle che hanno contribuito, con la propria cultura ed il proprio lavoro, alla sua formazione;





- contribuire allo sviluppo Sociale, economico e culturale delle aree minerarie della Sardegna; l’Associazione riconosce l’importanza dell’attività mineraria che in esse potrà continuare a svolgersi nell’assoluto rispetto dei valori storico-ambientali, considerati simboli permanenti della cultura del popolo della Sardegna;
- stabilire stretti rapporti di cooperazione nel campo scientifico, storico e culturale con tutte le Regioni mediterranee le cui comunità abbiano partecipato all’attività di studio e gestione di giacimenti minerari della Sardegna, o che siano state o siano impegnate nello sfruttamento di giacimenti minerari nel proprio territorio: ciò al fine di coordinare il perseguimento dei fini comuni per un adeguato progresso delle rispettive regioni e per la riscoperta delle comuni radici culturali e ambientali da cui ha tratto origine, nei millenni, la civiltà mediterranea;
- studiare e diffondere le conoscenze delle aree minerarie della Sardegna in cui sia reso esplicito il costruttivo rapporto uomo/terra che nel corso dei secoli, ha prodotto la formazione di un nuovo ambiente integrante gli antichi, grandiosi valori naturali, utilizzando ogni possibile documentazione della storia, del lavoro e della creatività di un popolo che ha saputo prodigarsi per il progresso della propria e delle limitrofe comunità.
                                             
Powered By Website x5
copyright 2021
Torna ai contenuti